Caciocavallo silano

aggiornato al 26/01/2018

Caciocavallo silano DOP

E’ un formaggio prodotto lungo l’intera dorsale appenninica meridionale, ma tipico dell’area silano-calabrese. Grasso o semi-grasso, a pasta filata stagionata, è prodotto con latte vaccino, crudo o termizzato, coagulato con caglio di vitello o di capretto.

Il Caciocavallo Silano può presentare forma ovoidale o a tronco di cono e può essere provvisto o meno di testina. Ricoperto da una crosta liscia e sottile che tende a divenire più scura, coprendosi di muffe e assumendo consistenza più compatta con il prolungarsi della stagionatura, ha una pasta semidura, omogenea, bianca ed elastica in gioventù, paglierina, dura e scagliosa nelle forme stagionate.

Aromatico e dolce il formaggio poco stagionato, diventa intenso e talvolta pungente con l’affinamento.

E’ un formaggio da tavola da servire al naturale con pane, verdure o insalate, ma viene impiegato anche per insaporire numerose preparazioni.

Se di breve o media stagionatura si abbina a vini bianchi dal profumo avvolgente e di buona personalità; se invecchiato, predilige vini rossi di medio corpo.
Marchi
Classificazione
DOP
Nazione:
Italia
Regioni:
Molise
Campania
Puglia
Basilicata
Calabria
Province:
Campobasso
Isernia
Avellino
Benevento
Caserta
Napoli
Salerno
Bari
Brindisi
Taranto
Matera
Potenza
Catanzaro
Cosenza
Crotone
Vibo Valentia
Prodotto
Formaggio
Materia prima
Latte
Sale
Lattifera
Vacca
Stato del latte
Crudo
Intero
Termizzato
Temperatura della cagliata
Pasta cotta
Pasta cruda
Consistenza della pasta
Pasta dura
Pasta molle
Pasta semidura
Tempo di stagionatura
Freschissimo
Semistagionato
Stagionato
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Pasta filata
Tipologia di caglio
Capretto
Vitello
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Pulita
Galleria fotografica
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Trentino-Alto Adige
Sardegna
Piemonte
Molise
Abruzzo
Marche
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
STG

Ricerca per: