Casatella trevigiana - aggiornato al 11/03/2015

Casatella trevigiana DOP

E' un formaggio vaccino, tipico della provincia trevisana, preparato originariamente, oltre che nei caseifici, nelle case delle famiglie contadine utilizzando il poco latte eccedente gli usi alimentari diretti. Nella storia casearia trevigiana occupa da secoli un ruolo di rilievo, conservando intatte le caratteristiche di gusto e finezza che l’hanno sempre resa gradita e caratteristica.

Il nome della Casatella, chiamata talvolta anche Casata a seconda della dimensione della forma, sembra derivare dalle parole «casa» e «de casada» proprio in ragione della consuetudine di produrla anche nelle case con attrezzature di fortuna.

La consistenza della pasta è tale da rendere la crosta assente o appena percepibile, come buccia.

Ha forma cilindrica, pasta morbida, lucida, lievemente mantecata, fondente in bocca, di colore da bianco latte a bianco crema, con possibili occhiature minute.

Presenta odore lieve, lattico e fresco; il sapore è dolce, caratteristico del latte, con venature lievemente acidule.

L’utilizzo più frequente è da sola, come fresco spuntino, o nelle preparazioni alimentari che richiedono formaggi freschi.

E’ particolarmente indicata nelle diete ipocaloriche, contiene proteine ad alto valore biologico, ha un'elevata digeribilità e con i suoi sali minerali favorisce l'armonico sviluppo e mantenimento del sistema osseo (importante è il contenuto di vitamine, in particolare la vit. A, D, e gruppo B).

Si abbina preferibilmente a vini bianchi fermi, o appena frizzanti (es. Pinot grigio, Friulano (ex Tocai), Chardonnay, Verduzzo).

Marchi
Classificazione
DOP
Nazione:
Italia
Regioni:
Veneto
Tipologia di latte
Vacca
Temperatura della cagliata
Pasta cruda
Consistenza della pasta
Pasta molle
Tipologia di caglio
Animale
Tipologia di coagulazione
Presamico-Acida
Tempo di stagionatura
Fresco
Tenore di grasso
Grasso
Galleria fotografica
Ricerca
Ricerca per nome