Ossolano

aggiornato al 26/01/2018

Ossolano

E’ un formaggio vaccino, da latte intero, a pasta semicotta, dura. Pronto dopo una maturazione minima di 60 giorni, può essere stagionato anche fino a oltre 12 mesi con variazioni significative delle sue caratteristiche.

Il nome Ossolano deriva dall’Ossola, la striscia di terra che si estende sul versante italiano delle alpi Pennine dal Monte Rosa al Gries.

Ha forma cilindrica con scalzo diritto o leggermente convesso, con facce piane o quasi piane, con peso da 6,0 a 7,0 kg. Si presenta con crosta liscia, regolare, di colore paglierino, tendente a diventare più intenso con l’avanzare della stagionatura. La pasta è consistente, morbida, con occhiatura irregolare di piccole dimensioni, di colore variabile dal leggermente paglierino al paglierino carico, fino al giallo intenso.

Ha un aroma caratteristico, armonico e delicato, legato alle varietà stagionali della flora, risultando più intenso e fragrante con l’invecchiamento. Di sapore gradevole, armonico e delicato.

Tutte le valli ossolane sono rinomate per l'altissima qualità dei loro prodotti; per ognuno di essi possono essere individuate caratteristiche specifiche e particolari che variano da alpeggio ad alpeggio anche se per tutti vale una tradizione produttiva con un fondo comune omogeneo.

L’Ossolano viene utilizzato per preparare fondute, la zuppa di pane nero, condire gli gnocchi ossolani. Quello molto stagionato, molto gustoso e saporito, si presta a essere grattugiato e costituisce la base di eccellenti risotti o soufflé nonché per dare un tocco speciale a piatti di pasta fresca.

L’abbinamento tradizionale è con vini rossi nobili (es. Barbera, Dolcetto, Merlot, Chianti, Barolo, Barbaresco, nonché tutti i DOC Novaresi che hanno come base il Nebbiolo). Fresco può essere gustato con vini bianchi profumati, che ne esaltano i delicati equilibri aromatici.
Marchi
Classificazione
DOP
Nazione:
Italia
Regioni:
Piemonte
Province:
Verbano-Cusio-Ossola
Prodotto
Formaggio
Materia prima
Latte
Sale
Lattifera
Vacca
Stato del latte
Crudo
Intero
Pastorizzato
Temperatura della cagliata
Pasta semicotta
Consistenza della pasta
Pasta dura
Pasta semidura
Tempo di stagionatura
Semistagionato
Stagionato
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Pressato
Tipologia di caglio
Bovino
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Pulita
Galleria fotografica
Allegati
Richiesta
DOP RICH
Accettazione
DOP OK
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Trentino-Alto Adige
Sardegna
Piemonte
Molise
Abruzzo
Marche
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
Lazio
STG

Ricerca per: