Casada

aggiornato al 01/02/2018

Casada

È conosciuta anche con il nome “Budino dei pastori” e si produce sicuramente da molto tempo, probabilmente da quando si allevano le pecore e si caseifica con il loro latte, quindi da millenni. “Sa casada” si produce solo con il latte dei primi giorni di lattazione della pecora (il colostro) perché dopo tale periodo non coagula più in cottura. I pastori lo mungono a parte, non solo per preparare questo prodotto, ma soprattutto per non avere troppo colostro nel latte che, oltre a rendere difficoltosa la caseificazione del latte, darebbe al formaggio pecorino un sapore troppo forte. Questo prodotto si prepara solitamente a casa dei pastori e non è possibile trovarla in vendita nei negozi in quanto si prepara come prodotto casalingo, per un tempo limitato e ha scarso interesse economico.

Il picco della produzione della Casada avviene in corrispondenza della produzione degli agnelli sardi, grossomodo tra novembre ed aprile e, in particolare, a Natale e Pasqua. Sono note due varianti per il “budino di colostro”: “sa casada” cotta direttamente sul fornello, con aggiunta di zucchero e scorza di limone e “sa colostra”, invece, cotta a bagnomaria, con aggiunta di zucchero e di cacao.

Molto importante nella preparazione della casada è il tempo di cottura.

Il prodotto va tolto dal fuoco quando è abbastanza compatto da reggere in piedi il cucchiaino (dicono), ma comunque prima che il liquido sia del tutto assorbito altrimenti sarà un budino molto asciutto e poco cremoso.

Il tempo di cottura varia in base al momento di mungitura del colostro: più questo tempo è vicino al parto della pecora, più il budino quaglierà in fretta.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Sardegna
Province:
Cagliari
Nuoro
Oristano
Sassari
Sud Sardegna
Prodotto
Preparazione casearia
Materia prima
Erbe aromatiche
Latte
Zucchero
Lattifera
Pecora
Vacca
Stato del latte
Crudo
Intero
Temperatura della cagliata
Pasta cotta
Pasta semicotta
Consistenza della pasta
Cremosa
Tempo di stagionatura
Freschissimo
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Aromatizzato
Cacioricotta
Tipologia di coagulazione
Acido-Termica
Tipologia di crosta
Assente
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Trentino-Alto Adige
Sardegna
Piemonte
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
STG

Ricerca per: