Caciotta

aggiornato al 17/02/2018

Caciotta

Formaggio grasso, di breve o media stagionatura, a pasta semidura. Fatto con latte di vacca con aggiunta, in proporzioni variabili, di latte di pecora e/o di capra (tutto di provenienza locale). La crosta è di color avorio scuro (maculata di bruno nel caso dell’utilizzo di foglie di noce); la pasta è compatta (con rare fessurazioni nella zona del Montefeltro, più occhiata nella zona del Fermano dove il prodotto viene consumato più fresco). Il sapore varia a seconda delle zone e della stagionatura dal dolce acidulo (Fermano) al pastoso, più sapido (Montefeltro).

La caciotta ha una stagionatura da due a sei mesi. La tradizione casearia locale, a volte, per caratterizzarne le caratteristiche organolettiche, avvolge ogni forma con foglie di noce che durante la stagionatura cedono parte del loro aroma. Nel Montefeltro, dopo una stagionatura di circa 40 giorni, le caciotte vengono affinate con strati di foglie di noce, all’interno di botti di legno, cassettoni di legno, bigonce, mastelli o anfore di terracotta.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Marche
Province:
Ancona
Ascoli Piceno
Fermo
Macerata
Pesaro e Urbino
Prodotto
Formaggio
Materia prima
Erbe aromatiche
Latte
Sale
Lattifera
Misto (Vacca-Pecora-Capra)
Vacca
Stato del latte
Crudo
Intero
Temperatura della cagliata
Pasta cruda
Pasta semicotta
Consistenza della pasta
Pasta molle
Pasta semidura
Tempo di stagionatura
Fresco
Semistagionato
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Affinato
Tipologia di caglio
Vitello
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Pulita
Trattata
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Trentino-Alto Adige
Sardegna
Piemonte
Valle d'Aosta
Puglia
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
STG

Ricerca per: