Raviggiolo

aggiornato al 17/02/2018

Raviggiolo

Formaggio grasso, fresco, a pasta molle. Prodotto con latte intero bovino o ovicaprino di provenienza locale. È uno dei formaggi italiani più delicati, grazie a una tecnologia che sfrutta il latte e mantiene alto il tenore di acqua in esso contenuta. La freschezza ne fa un formaggio apprezzato dal consumatore e, in virtù della sua origine (latte ovicaprino), conserva gli aromi di un tempo. Ha forma variabile, vagamente rotonda; crosta assente; pasta morbida e tenerissima, colore bianco latte; sapore gradevolmente dolce e delicato. Si consuma freschissimo.

E’ un formaggio tipico di tutto l'arco appenninico che dall'Adriatico si espande al Tirreno. Anche se prende denominazioni leggermente diverse a seconda delle zone, si tratta comunque di un prodotto antichissimo che nel Medioevo era altamente considerato. Il Raviggiolo delle Marche ha la particolarità di essere prodotto con latte ovino o misto pecora-capra. Viene chiamato anche ravigiolo, raveggiolo e ravaggiolo.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Marche
Province:
Pesaro e Urbino
Prodotto
Formaggio
Materia prima
Latte
Sale
Lattifera
Misto (Pecora-Capra)
Pecora
Vacca
Stato del latte
Intero
Pastorizzato
Temperatura della cagliata
Pasta cruda
Consistenza della pasta
Pasta molle
Tempo di stagionatura
Freschissimo
Fresco
Tenore di grasso
Grasso
Tipologia di caglio
Vitello
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Assente
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Trentino-Alto Adige
Sardegna
Piemonte
Valle d'Aosta
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
STG

Ricerca per: