Murianengo

aggiornato al 18/03/2018
Murianengo
Il latte impiegato è di norma vaccino e intero, anche se in passato era probabile l’aggiunta di piccole quote di latte di capra e pecora e, alcune volte, si effettuava l’affioramento della munta della sera. È un formaggio erborinato a doppia pasta, di forma cilindrica a facce piane di diametro da 25 a 35 cm, scalzo da 12 a 18 cm, peso molto variabile da 5 a 12 kg. Dopo due o tre mesi di stagionatura si presenta con una crosta rustica, compatta, dura, ruvida e irregolare, di colore giallo rossastro, mentre all’interno la pasta è priva di occhiatura, friabile, burrosa, fusibile in bocca, con striature bluastre dovute alla presenza delle tipiche muffe dei formaggi erborinati (del genere Penicillium). Il sapore è dolce, più o meno piccante e molto aromatico. Viene prodotto nel periodo della monticazione in Val Moriana, nella Savoia, di cui è originario; ma è detto anche Moncenisio, come il valico che mette in comunicazione la Val Moriana con la Val di Susa.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Piemonte
Province:
Torino
Prodotto
Formaggio
Materia prima
Latte
Sale
Lattifera
Vacca
Stato del latte
Crudo
Intero
Temperatura della cagliata
Pasta cruda
Consistenza della pasta
Pasta molle
Pasta semidura
Tempo di stagionatura
Semistagionato
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Erborinato
Pressato
Tipologia di caglio
Vitello
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Ammuffita
Pulita
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Sardegna
Piemonte
Molise
Abruzzo
Marche
Basilicata
Emilia-Romagna
Friuli-Venezia Giulia
STG

Ricerca per: