Ricotta di capra fresca o affumicata

aggiornato al 05/05/2018
Ricotta di capra fresca o affumicata
Ottenuta dalla lavorazione del siero di latte di capra. La produzione viene fatta principalmente nella zona del Primiero e in valle di Fiemme. Senza crosta, ha pasta bianchissima, tenera, friabile, morbida, cremosa, in fiocchi caseosi; con gusto delicato, anche se con una punta di sapore caprino. Si presenta nella caratteristica e tradizionale forma a tronco di cono, in pezzature con peso di 0,200÷1,0 Kg. Il prodotto va consumato allo stato freschissimo e può essere conservato in frigorifero per pochissimi giorni (max 3). Il prodotto può essere sottoposto ad affumicatura, effettuata in appositi locali utilizzando legno di ginepro. In questo caso le forme si presentano con una crosta scura di colore marrone, con pasta color giallo fumé, asciutta e compatta, con gusto più deciso e conservabilità più prolungata.
Formaggio da tavola che si consuma come antipasto, o come ingrediente di insalate fresche e si accompagna a vini bianchi aromatici.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Trentino-Alto Adige
Province:
Trento
Prodotto
Preparazione casearia
Materia prima
Siero
Lattifera
Capra
Consistenza della pasta
Pasta dura
Pasta molle
Tempo di stagionatura
Fresco
Tecnologie di lavorazione
Affumicato
Ricotto
Tipologia di coagulazione
Acido-Termica
Tipologia di crosta
Assente
Pulita
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Trentino-Alto Adige
Sardegna
Piemonte
Valle d'Aosta
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
STG

Ricerca per: