Ciambella di Morolo

aggiornato al 12/06/2018
Ciambella di Morolo
Formaggio fresco, grasso, a pasta filata affumicata, semicotta, molle, prodotto con latte vaccino intero e crudo. Ha forma di “ciambella con foro centrale”, con dimensioni variabili per le 3 pezzature tipiche di circa: 0,450 - 1,0 - 3,0 kg. La crosta è liscia, sottile, morbida, elastica, di colore giallo ocra; la pasta è morbida, elastica, di colore avorio o paglierino chiaro, con struttura tipicamente filata, liscia, fondente al calore, con presenza di qualche rara occhiatura. Il sapore è leggermente salato, con deciso sentore di affumicato, ottenuto in locali specializzati, con fumo freddo ricavato bruciando trucioli di faggio, pioppo, o paglia. Si consuma fresco, subito dopo l'affumicatura, in purezza come formaggio “da tavola”, ma si presta alla creazione di moltissime ricette, sia al naturale che cotto, mantenendo inalterate le sue qualità e dando il meglio nelle preparazioni al forno o alla piastra.
Si abbina bene a vini del territorio, bianchi (Passerina), o rossi (Cesanese del Piglio), secchi, di annata.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Lazio
Province:
Frosinone
Prodotto
Formaggio
Materia prima
Latte
Sale
Lattifera
Vacca
Stato del latte
Crudo
Intero
Temperatura della cagliata
Pasta cruda
Pasta semicotta
Consistenza della pasta
Pasta semidura
Tempo di stagionatura
Fresco
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Affumicato
Pasta filata
Tipologia di caglio
Vitello
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Pulita
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Trentino-Alto Adige
Sardegna
Piemonte
Valle d'Aosta
Liguria
Puglia
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
Toscana
STG

Ricerca per: