Caprino

aggiornato al 26/07/2018
Caprino
Formaggio grasso, fresco o di media stagionatura, a pasta cruda e semidura, ottenuto con coagulazione presamica di latte crudo, esclusivamente di capra, con forma cilindrica di peso variabile con le dimensioni, facce piane di diametro 10÷23 cm e scalzo diritto o leggermente convesso di 5÷7 cm. La superficie, è rugosa, bianca e spesso senza crosta nel prodotto fresco, mentre in quello stagionato è evidente una crosta che diventa spessa e dura con la stagionatura, di colore giallo paglierino; la pasta è di colore bianco (il latte di capra è privo di beta-Carotene), con struttura pastosa, compatta, morbida al taglio nel prodotto fresco che, in quello stagionato, diventa leggermente giallina, dura e occhiata, con sapidità pronunciata e odore caratteristico del latte utilizzato. È un formaggio “da tavola” che viene usato come componente di antipasti oppure ,se stagionato, viene grattugiato e costituisce un importante ingrediente per condire ricette tradizionali di pasta. L’abbinamento con i vini è di tipo territoriale, con prodotti rosati, o rossi giovani.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Puglia
Province:
Lecce
Prodotto
Formaggio
Materia prima
Latte
Sale
Lattifera
Capra
Stato del latte
Crudo
Intero
Temperatura della cagliata
Pasta cruda
Consistenza della pasta
Pasta semidura
Tempo di stagionatura
Fresco
Semistagionato
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Pressato
Tipologia di caglio
Agnello
Capretto
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Trattata
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Trentino-Alto Adige
Sardegna
Piemonte
Valle d'Aosta
Puglia
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
STG

Ricerca per: