Caprino di malga (delle Alpi Marittime)

aggiornato al 30/11/2018
Caprino di malga (delle Alpi Marittime)
Formaggio grasso, di breve stagionatura, a pasta semidura, prodotto con coagulazione presamica di latte di capra intero e crudo; si consuma semistagionato per circa 30 giorni. È un formaggio tipico e storico delle aree montane delle Alpi Marittime in cui sono collocate le malghe in quota. È poco conosciuto al di fuori delle sue zone, ma è apprezzato per le particolari caratteristiche organolettiche, influenzate dalla vicinanza del mar Ligure che connota le essenze vegetali di cui si nutrono le capre al pascolo brado sugli alpeggi. Ha forma cilindrica, con facce piane del diametro di 35÷40 cm, con scalzo diritto e peso di circa 2,0 Kg. La crosta è abbastanza sottile e morbida, di colore giallo paglierino. La pasta è bianca, abbastanza dura e compatta, con sapore armonico, tendenzialmente dolce, con intensità aromatica e persistenza medio-basse. Ottimo formaggio da tavola, accompagnato da pane ed eventualmente olio EVO. L’abbinamento locale è tradizionalmente con il vino Vermentino.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Liguria
Province:
Imperia
Savona
Prodotto
Formaggio
Materia prima
Latte
Sale
Lattifera
Capra
Stato del latte
Crudo
Intero
Temperatura della cagliata
Pasta cruda
Consistenza della pasta
Pasta semidura
Tempo di stagionatura
Fresco
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Pressato
Tipologia di caglio
Vitello
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Pulita
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Lombardia
Trentino-Alto Adige
Calabria
Sardegna
Piemonte
Valle d'Aosta
Liguria
Puglia
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Veneto
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
Toscana
STG

Ricerca per: