Foto e resoconto Visita al Pian Vasserot Val Varaita
15/07/2017

Dal 15/07/2017 al 15/07/2017
Delegazione: TORINO
Località: Pian Vasserot Chianale Val Varaita
Ora: 10.00
Luogo: Alpeggio Pian Vasserot
Indirizzo: Val Varaita
Città: Chianale
Provincia: Cuneo
Le vacche in alpeggio secondo tradizione da San Giovanni a San Matteo (24 giugno- 21 settembre). Così ci piace vedere gli animali: che possano condurre uno stile di vita sano e decoroso.
Certo non possono fare più di 10-12 litri di latte al giorno, camminano e consumano, ma vivono di più e il loro latte è sicuramente più ricco sotto tutti i punti di vista.
La gestione di queste mandrie è naturalmente costosa, meno efficiente e il formaggio dovrà costare maggiormente ma la natura va seguita: siamo disposti a pagare qualcosina di più per la nostra salute, per la salute degli animali e per la salute del Pianeta? Noi vi esortiamo a supportare questo tipo di allevamento.
Pian Vasserot Val Varaita sopra Chianale, un pianoro al centro di una vallata racchiusa da bellissime montagne. Al centro una spledida malga ristrutturata centro dell'agriturismo Lou Chirun della famiglia Agù.
Gestione famigliare ed apertura esclusivamente estiva, un ristorante casalingo dove non troverete piatti di haute cuisine e delle camere dove passare un sereno fine settimana. Si raggiunge in macchina o con una facile camminata parcheggiando negli spazi sottostanti e passeggiando per una ventina di minuti su una strada sterrata idonea a tutti.
Il latte, crudo e intero, viene utilizzato per produrre dei formaggi "freschi", il burro giallo e profumato, tome e il "nostrale" che troverete però in vendita non prima di fine luglio (minimo 30gg di stagionatura)
Bello vedere anche dei particolari produttivi tradizionali e pittoreschi come ad esempio l'utilizzo di pietroni per pressare i formaggi. Certo qualche cosa deve ancora essere fatto per poter parlare di un formaggio con la F maiuscola, è auspicabile una maggior cura per ottenere forme più omogenee tra il centro e la crosta, meno salate, senza traccia di amaro, con una occhiatura meno decisa e senza evidenti attività degli acari...l'attività batterica va controllata con maggior rigore. Ma è questione di tempo dato che l'azienda si sta facendo aiutare da esperti che sicuramente sapranno guidarla verso l'Alto.
Noi eravamo una trentina, felici di prendere il sole, curiosi di scoprire questo produttore, affamati quanto basta per dare soddisfazione alla cuoca. Nel pomeriggio abbiamo proseguito per affacciarci verso Italia e verso la Francia dal mitico colle dell'Agnello e con una rocambolesca ricerca sulla via del ritorno dei Toumin del Mel...conclusa ad orari improponibili.
 



Per verificare se sia possibile l'iscrizione a questo evento, si invita a contattare i recapiti sopra indicati
ARCHIVIO eventi


CATEGORIE
NEWS (16)
EVENTI (91)
CORSI (0)
CONCORSI (0)