Burrell’

aggiornato al 26/04/2019
Burrell’
Prodotto tradizionale dell’Appennino centro-meridionale, tipico della parte meridionale della provincia di Frosinone e, in particolare, del versante laziale del Parco Nazionale d'Abruzzo Lazio e Molise, nel territorio della Valle di Comino (comune di Picinisco) e del comune di Cassino. É una scamorza di pasta filata ripiena di burro, a stagionatura molto breve o assente, prodotta con latte vaccino intero, crudo o pastorizzato, di vacche allevate sui pascoli in altura e con burro ottenuto per affioramento della componente grassa (panna) del latte, o del siero. Viene prodotto tutto l’anno: da novembre a marzo (con latte proveniente da stalle a 800÷1000 m s.l.m.) e, nel periodo da aprile a ottobre (da pascoli semi-estensivi a quote fino a 2000 m s.l.m.). Ha forma sferica o con “testina”, di dimensioni variabili e peso di 0,200÷0,400 Kg; colore variabile da bianco latte (se appena prodotto) a bianco giallastro (dopo asciugatura per 7÷10 giorni che ne provoca un leggero “appassimento”); sapore da dolce a salato a seconda della maturazione. E’ un prodotto molto antico, un tempo utilizzato anche come merce di scambio nell’economia locale. Oggi purtroppo lo si trova praticamente solo nelle zone di produzione, quasi sempre destinato al consumo locale e di quanti ancora lo conoscono e lo apprezzano. Poco utilizzato come formaggio “da taglio”, è indicato nella preparazione di antipasti (condito con olio EVO e pepe nero macinato), in insalate con verdura fresca, in ricette gratinate con verdura calda, o come farcitura di “ciabatta”, o bruschetta di pane casereccio caldo. Predilige vini bianchi secchi, giovani, abbastanza caldi, poco aromatici
NOTA: Nonostante la forte somiglianza con svariati prodotti di altre regioni classificati come “Formaggi”, la Regione Lazio ha classificato il Burrell’ come “Prodotto di origine animale (miele, prodotti caseari di vario tipo escluso il burro)” e, come tale, ONAF si è adeguata.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Lazio
Province:
Frosinone
Prodotto
Preparazione casearia
Materia prima
Burro
Latte
Sale
Lattifera
Vacca
Stato del latte
Crudo
Intero
Pastorizzato
Temperatura della cagliata
Pasta cruda
Pasta semicotta
Consistenza della pasta
Cremosa
Pasta semidura
Tempo di stagionatura
Freschissimo
Fresco
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Pasta filata
Tipologia di caglio
Agnello
Vitello
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Assente
Pelle
Pulita
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Lombardia
Trentino-Alto Adige
Sardegna
Piemonte
Valle d'Aosta
Liguria
Puglia
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Veneto
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
Toscana
STG

Ricerca per: