Strazzatella silanaI

aggiornato al 09/10/2019
Strazzatella silana
Formaggio grasso, freschissimo, a pasta molle, acidificata, lavorato esclusivamente a mano. Viene prodotto nei caseifici artigianali annessi agli allevamenti nel territorio dell'Altopiano Silano, durante tutto l'anno ma se ne registra un maggior consumo durante il periodo natalizio. Deriva da latte intero di vacche di razze meticce, alimentate a pascolo estensivo naturale o artificiale, con o senza integrazione, coagulato con caglio di vitello e commercializzato al termine della produzione. Si presenta come un disco di diametro di 20 cm, arrotolato, con peso di circa 0,15 Kg; è privo di crosta, con superficie liscia e bianca; la pasta è bianca e morbida; impregnato del profumo del latte, ha un sapore acidulo e leggermente pungente. Si consuma tal quale, oppure srotolato e tagliato a piccoli triangoli da accompagnare con crostini per un aperitivo originale e sfizioso oppure, più comunemente, viene srotolato e farcito con sardine, insaccati e altri prodotti tipici del territorio (ottimo è l’accostamento con un prosciutto cotto o crudo profumato e dalle note affumicate). L’abbinamento con vino o birra dipende esclusivamente dal tipo di farcitura: in linea generale sono indicati vini bianchi o rosati di media struttura, oppure birre chiare.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Calabria
Province:
Cosenza
Prodotto
Formaggio
Materia prima
Latte
Lattifera
Vacca
Stato del latte
Intero
Temperatura della cagliata
Pasta cruda
Consistenza della pasta
Pasta molle
Tempo di stagionatura
Freschissimo
Tenore di grasso
Grasso
Tecnologie di lavorazione
Pasta filata
Tipologia di caglio
Vitello
Tipologia di coagulazione
Presamica
Tipologia di crosta
Assente
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DO in esame
DOP
IGP
PAT
Lombardia
Trentino-Alto Adige
Calabria
Sardegna
Piemonte
Valle d'Aosta
Liguria
Puglia
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Veneto
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
Toscana
STG

Ricerca per: