. Onaf

Cuincir

aggiornato al 07/02/2018

Cuincir

Questa ricotta acida, aromatizzata e a lunga conservazione è uno di quei sapori antichi della montagna friulana, in particolare delle vallate orientali, che meglio abbinano le esigenze della sopravvivenza e il piacere del buon mangiare e che ancora oggi si riescono a gustare solo andando sul posto, nonostante la facile conservazione e trasportabilità. Si presenta come una crema spalmabile, aromatizzata, stagionata 45÷60 giorni, con odore pungente, ottenuta lavorando la ricotta da siero vaccino prodotta in alpeggio nel periodo estivo (luglio÷settembre). Assume la forma del contenitore in cui viene mantenuta, ha pasta bianca, struttura morbida e spalmabile, moderatamente adesiva. L’odore e l’aroma caratteristici sono dovuti all’acidificazione della ricotta e al suo trattamento con una concia a base di sale, pepe e semi o cime fiorite di kummel (Carum carvi, erroneamente chiamato finocchio selvatico). L'impasto viene lasciato lentamente fermentare in contenitori di legno e, dopo un paio di mesi o poco meno, è una gustosa crema, acida al punto giusto, dall'odore piacevolmente piccante, bianca e spalmabile. Normalmente viene preparato durante il periodo d'alpeggio per essere poi consumato durante il periodo dall’autunno alla primavera, fino alla successiva stagione d'alpeggio. Il sapore del Cuincir, pur gradevole, è poco armonico e caratterizzato da una evidente presenza di acidità che ne consiglia l’utilizzo con verdure cotte capaci di attutirne l’aggressività. L’abbinamento tradizionale è con vini rossi del territorio, morbidi, armonici, di corpo e con buona persistenza aromatica.
Marchi
Classificazione
PAT
Nazione:
Italia
Regioni:
Friuli-Venezia Giulia
Province:
Udine
Prodotto
Preparazione casearia
Materia prima
Erbe aromatiche
Ricotta
Sale
Spezie
Lattifera
Vacca
Consistenza della pasta
Cremosa
Tempo di stagionatura
Semistagionato
Tenore di grasso
Magro
Tecnologie di lavorazione
Aromatizzato
Fermentato
Tipologia di crosta
Assente
Galleria fotografica
Allegati
Accettazione
Accesso per categoria (da elenco)
DOP
IGP
PAT
Lombardia
Sicilia
Trentino-Alto Adige
Calabria
Sardegna
Campania
Bebé di Sorrento
Bocconcini alla panna di bufala
Burrini e Burrata di bufala
Caciocavallo affumicato
Caciocavallo del Matese
Caciocavallo di bufala
Caciocavallo di Castelfranco
Caciocavallo di grotta del Cervati e delle gole di Pertosa
Caciocavallo Irpino di grotta
Caciocavallo podolico
Caciocavallo podolico dei Monti Picentini
Caciocavallo stagionato in grotta del Tanagro
Caciocchiato
Cacioricotta caprino del Cilento
Caciotta di capra dei monti Lattari
Caciottina canestrata di Sorrento
Caprino conciato del Montemaggiore
Caso conzato
Caso maturo del Matese
Caso Vallicelli
Casoperuto e Marzolino di Teano
Casu ré pecóra del Matese
Casuforte di Statigliano
Fior di ricotta di Ponte Persica
Fiordilatte
Formaggio caprino del Cilento
Formaggio duro di latte di pecora, capra e vacca
Formaggio morbido del Matese
Juncata
Manteca
Manteca del Cilento
Marzellina
Mascarpone di bufala
Mozzarella nella mortella
Pecorino del Monte Marzano
Pecorino di Bagnolese
Pecorino di Carmasciano
Pecorino di Laticauda
Pecorino di Pietraroja
Pecorino di Vitulano
Pecorino fresco e stagionato
Pecorino salaprese
Primosale stagionato di Cuffiano
Provola affumicata
Provola affumicata di bufala
Provolone
Riavulillo
Ricotta di Carmasciano
Ricotta di fuscella
Ricotta di fuscella di Sant’Anastasia
Ricotta di Laticauda
Ricotta di pecora Bagnolese
Ricotta essiccata di bufala
Ricotta essiccata ovicaprina
Ricotta fresca di bufala
Ricotta fresca ed essiccata di capra
Ricotta fresca ed essiccata di pecora
Ricotta Mantèca di Montella
Ricotta salaprese
Scamorza
Scamorza di bufala
Scamorza di Montella
Scamorzini del Matese
Scamosciata
Stracchino di bufala
Stracciata
Stracciata del Matese
Treccia
Treccia di Montella
Piemonte
Valle d'Aosta
Liguria
Puglia
Lazio
Molise
Abruzzo
Marche
Veneto
Basilicata
Emilia-Romagna
Umbria
Friuli-Venezia Giulia
Toscana
STG

Ricerca per: